rifiuti, dichiarazione annuale 2018

Obblighi di comunicazioni annuali di cui alla legge 70/94 per il 2018

A tutte le imprese interessate,

con la presente lo Sportello Telematico CCIAA, sito in Gravina in Puglia presso l‘Agenzia LA FAVORITA, intende comunicarVi l’adempimento previsto per le imprese che producono e\o trattano e\o gestiscono rifiuti.

Qui di seguito si specificano gli obblighi di comunicazioni ambientali annuali previsti per il 2018. La legge 205/2017 prevede la proroga a fine 2018 del periodo transitorio (previsto dal D.L. 101/2013) in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti antecedenti alla disciplina del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), così come previsti dagli articoli 188, 189, 190 e 193 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 , nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, nonché le relative sanzioni.

In particolare l’articolo 189 c.3 prevede che chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, i commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione, le imprese e gli enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento di rifiuti, i Consorzi istituiti per il recupero ed il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti, nonché le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi e le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all’articolo 184, comma 3, lettere c), d) e g), comunicano annualmente alle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura territorialmente competenti, con le modalità previste dalla legge 25 gennaio 1994, n. 70, le quantità e le caratteristiche qualitative dei rifiuti oggetto delle predette attività.

Il provvedimento ribadisce che le Comunicazioni devono essere presentate esclusivamente via telematica.

Il Decreto del Presidente del Consiglio del 28 dicembre 2017 contiene il modello e le istruzioni per la presentazione delle Comunicazioni entro il 30 aprile 2018, con riferimento all’anno 2017, da parte dei soggetti interessati che sono così individuati:

  • Comunicazione Rifiuti
  1. Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  2. Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;
  3. Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;
  4. Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  5. Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

Si ricorda inoltre che sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all’articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell’ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02.

  • Comunicazione Veicoli Fuori Uso
  • Soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.
  • Comunicazione Imballaggi
  • Sezione Consorzi: CONAI o altri soggetti di cui all’articolo 221, comma 3, lettere a) e c).
  • Sezione Gestori rifiuti di imballaggio: impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio di cui all’allegato B e C della parte IV del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152
  • Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs. 49/2014.
  • Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione
  • soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati.
  • Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche
  • produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento.

Altresì, entro il 30 aprile 2018, tutti gli iscritti all’Albo Nazionale Gestori Ambientali dovranno provvedere al pagamento del Diritto Annuale di iscrizione, tenuto conto dei rifiuti prodotti e/o trasportati e/o smaltiti durante l’anno 2017 e dichiarati in sede di trasmissione della presente dichiarazione.

Con l’impegno di poterVi supportare al meglio e fornirVi tutta l’assistenza utile e necessaria, restiamo come sempre a completa disposizione per ogni ulteriore chiarimento e/o informazione ai contatti che trovate qui di seguito o sulla Vostra area riservata del Nostro sito web.

Related Posts

Leave A Reply